Circuito dell’acciaio, vincono El Mounim e Silvia Tamburi

Mohammed El Mounim dell'Atletica Città di Genova e Silvia Tamburi dell'Atletica Avis Perugia sono i vincitori della 41esima edizione del Circuito dellʼAcciaio

Gli organizzatori del circuito dell'acciaio

Mohammed El Mounim dell’Atletica Città di Genova e Silvia Tamburi dell’Atletica Avis Perugia sono i vincitori della 41esima edizione del Circuito dellʼAcciaio, la manifestazione podistica, sulla distanza competitiva di 15,200 km, disputata questa mattina a Terni. Il primo degli umbri è stato Daniele Petrini dell’Atletica Spoleto 2010, giunto terzo con il tempo di 53’22” (il primo ha chiuso in 49’06”). Tra le società ha vinto la Podistica Myricae. La manifestazione, organizzata dall’Amatori Podistica Terni, ha visto presentarsi al via 638 persone tra competitivi, non e bambini.

Il Circuito dellʼAcciaio è nato nel lontano 1976 per rinverdire i fasti legati al centauro ternano Libero Liberati, che dalle sue prime vittorie sul Circuito dell’Acciaio passò a quelle sui circuiti di mezzo mondo. Un bel progetto complessivo reso possibile dalla disponibilità delle Istituzioni locali: la Regione dell’Umbria ed il Comune di Terni, ma anche dal GOLD SPONSOR “ACEA” e da alcune attività commerciali della provincia che hanno creduto in questo storico progetto. Il Circuito dell’acciaio chiude l’anno delle cinque importanti manifestazioni annuali organizzate dal sodalizio ternano, dopo la Corsa della Befana, la Maratona di San Valentino, la Maratona delle Acque ed il Run and Walk By night di beneficenza.

 

CLASSIFICA MASCHILE :
1 EL MOUNIM MOHAMMED – ATLETICA CITTA DI GENOVA  49.06
2 EL MAKHROUT CHERKAOUI – LBM SPORT ROMA  51.37
3 PETRINI DANIELE – ATL. SPOLETO 2010 T  53.22
CLASSIFICA FEMMINILE :
1 SILVIA TAMBURI –  ATL. AVIS PERUGIA 59.45
2  FABIOLA CARDARELLI –  ACCIAIO  1.02.08
3 IVANA BIZZARRI – RUNNERS SAN GEMINI 1.03.03
CLASSIFICA GRUPPI:
1 POD. MYRICAE
2 TERNANA MARATHON CLUB
3 RUNNERS SAN GEMINI
4 PODISTICA CARSULAE
5 AVIS TERNI
Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*