Presentazione partita Job Italia Città di Castello – Ermgroup San Giustino


Scrivi in redazione

Presentazione partita Job Italia Città di Castello - Ermgroup San Giustino

Presentazione partita Job Italia Città di Castello – Ermgroup San Giustino

Presentazione partita Job Italia Città di Castello – Ermgroup San Giustino

Derby-recupero a Citta’ di Castello per la Ermgroup San Giustino, che vuol chiudere il girone F2 con numeri da record. Il centrale Stefano Santi, Tifernate in biancazzurro e uno fra gli ex di turno: “attenzione anche al loro spirito di orgoglio” Esaurite le partite casalinghe, la ErmGroup San Giustino si prepara ora ad affrontare gli ultimi due impegni esterni nel girone F2 della Serie B maschile con l’obiettivo di completare il suo percorso netto, fatto finora di tutte vittorie per 3-0.

Job Italia Città di Castello e Romagna Banca Bellaria le avversarie da affrontare nell’arco di sei giorni; si comincia con la formazione tifernate, che attende i biancazzurri alle 20.30 di giovedì 22 aprile fra le mura amiche del Pala Andrea Ioan e per la presentazione del derby-recupero della decima giornata abbiamo scelto il centrale Stefano Santi (affettuosamente chiamato “bomber”), sia perché è di Città di Castello, sia perché è uno dei tre ex di turno in campo assieme ai due titolari alla banda della ErmGroup, capitan Rinaldo Conti e Filippo Agostini.

Il quarto, in panchina, è l’aiuto allenatore Claudio Nardi, che ha contraddistinto un’epoca con la maglia del Città di Castello. “L’auspicio è quello di chiudere la prima fase della stagione con un bilancio da record – dichiara Santi, che in biancorosso è cresciuto – anche se contro la Job Italia sarà ugualmente dura: vi sono intanto buone individualità che il tecnico Marco Bartolini sa gestire indubbiamente bene con un lavoro proficuo e poi sono sicuro che, mossi dall’orgoglio, daranno il massimo per metterci in difficoltà.

Sarà pertanto fondamentale l’approccio che avremo con la gara fin dalle battute iniziali”. Sperando magari, a livello personale, di trovare un po’ di spazio. “Me lo auguro in entrambi i prossimi incontri – sottolinea Santi – per avere se non altro la possibilità di dire la mia contro il Città di Castello e poi contro il Bellaria, squadra nella quale giocano alcuni ragazzi che conosco bene. E proprio nella sfida di domenica scorsa con i romagnoli abbiamo un tantino faticato, nonostante il successo sia stato netto”.

L’opposto Filippo Fuganti Pedoni, il giovane schiacciatore Nico Cipriani e il centrale Nico Zangarelli sono senza dubbio gli atleti più insidiosi nell’organico della Job Italia, non dimenticando Davide Marra e il sangiustinese Luca Raffanti, altro centrale; a loro, il tecnico Francesco Moretti opporrà il 6+1 titolare, con Alessio Sitti palleggiatore, Leonardo Puliti in posto 2, Mirko Miscione e Giulio Cesaroni al centro, Rinaldo Conti e Filippo Agostini alla banda e Leonardo Di Renzo libero. Coppia maschile tutta laziale alla direzione del match: primo arbitro Marco De Orchi di Frosinone e secondo arbitro Andrea Di Tullio di Roma.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*