Bisoli e arbitro stendono la Ternana, si complica la corsa alla salvezza

Ai rossoverdi manca un gol annullato e un rigore non concesso

Il derby Ternana-Perugia allo stadio Liberati finisce 1-1
Foto Ternana Calcio (Stefano Principi)

Bisoli e arbitro stendono la Ternana, si complica la corsa alla salvezza – TERNI Va al Brescia lo scontro diretto salvezza. Alla Ternana resta il primo gol in campionato di Defendi e l’amarezza per gli episodi che, questa volta, hanno girato tutti in senso opposto. Nulla è ancora compromesso in chiave campionato, certo è che contro il Carpi i rossoverdi dovranno dimostrare di aver cambiato registro.

Fabio Liverani sceglie ancora una volta Contini in difesa per sostituire l’infortunato Germoni. A centrocampo, invece, riconsegna la maglia da titolare a Defendi preferendo tenere in panchina Di Noia. In attacco, invece, opta per Monachello al posto dello squalificato Avenatti. Dall’altra parte Gigi Cagni è costretto a rinunciare all’Airone Caracciolo nel riscaldamento. Niente panchina per lui e dentro Camara. Poi nessuna novità e formazione della vigilia confermata.

Avvio da incubo per i rossoverdi. Dopo 4 minuti il Brescia passa in vantaggio. Crociata dal limite pesca la parabola perfetta, quella sulla quale Aresti non può nulla. Padroni di casa in vantaggio e primo gol in serie B per il giovane prodotto del vivaio del Milan. La Ternana accusa il colpo tanto che rialza la testa solo all’8 quando al termine di un’azione spettacolare pareggia. Contini ruba palla sulla propria metà campo e serve Ledesma. Il regista è furbo a servire nella corsa Falletti che puntando la porta spezza in due il Brescia prima di servire Monachello. Per l’ex Bari è un gioco da ragazzi servire al centro Defendi che di piatto batte Minelli.

Sull’1-1 cambia la partita. I rossoverdi alzano la testa ma devono fare a meno di Defendi infortunato. Al suo posto Di Noia. Ma soprattutto si mettono nelle mani di Aresti, super nel respingere una rovesciata di Ferrante e nella traversa che nega il gol di Coly.

Nella ripresa sale in cattedra la terna arbitrale che prima annulla un gol alle Fere per una dubbia posizione di fuorigioco di Diakite, poi non vede un chiaro fallo di mano in area di rigore del Brescia. Penalty non concesso e contropiede regalato ai padroni di casa che, come da copione, con Bisoli segnano il 2-1 definitivo al 16’. Prima della fine altro gol annullato alla Ternana sempre per fuorigioco. Questa volta la chiamata dell’assistente sembra essere corretta.

Con questa sconfitta si complica il cammino della Ternana verso la salvezza. I rossovedi restano a 39 con il Brescia che vola a 42 e il Vicenza che è salito a 41 in attesa che il Trapani (41 ndr) giochi contro il Carpi.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*