La canoa torna al Lago di Piediluco Gara Regionale di Fondo

Sono stati assegnati tre titoli di Campione Regionale

La canoa torna al Lago di Piediluco Gara Regionale di Fondo

La canoa torna al Lago di Piediluco Gara Regionale di Fondo

PIEDILUCO – Domenica 28 maggio, dopo diversi anni di assenza, la Canoa Italiana ha riportato le sue pagaie a solcare le  acque del lago di Piediluco, lo ha fatto con una “Gara Regionale di Fondo 5000mt.” La soc. Circolo Canottieri Piediluco, capitanata dal Presidente Fabrizio Di Patrizi, ha disegnato, nello specchio di Lago antistante al Centro Remiero un percorso, da percorrere per tre volte, per un totale di 5000 mt. Le categorie ammesse alla gara sono quelle ricomprese nel Codice di gara Federale.

A coronamento del programma di questa giornata di Canoa, sulle acque del nostro  lago, hanno fatto capolino due nuove discipline, la Canoa Polinesiana, con la 2^ prova di Italian Series – Outrigger/Vàa Distante Race e la 3^ Prova di SUP.

Queste due specialità già ampiamente diffuse sulle spiagge di tutto il mondo, da alcuni anni sono praticate anche in Italia. Il loro ingresso nella nostra Federazione, è stato da poco sancito dall’ICF  – International Canoe Federation in quanto classificate come sport della Pagaia. La scommessa degli organizzatori e rivolta ad un’auspicabile diffusione sulle acque del Lago di Piediluco di questa disciplina che oltre all’aspetto agonistico presenta interessanti sfaccettature turistiche ed escursionistiche.

Sono stati assegnati tre titoli di Campione Regionale: nel Categoria K1 SENIOR Rinaldi Valter della soc. Circolo Canottieri Piediluco, nella cat. K1 Master 2 Brando Stefano del Canoa Club Perugia e nella cat. K1 Master 2 a Caimmi Riccardo del Canoa Club Perugia.

L’impegno del Circolo Canottieri Piediluco, di continuare sulla strada per rilanciare lo sport della Canoa in acqua piatta a Piediluco, è stato raccolto dal Presidente del Comitato Regionale Umbria Sandro Papi che intraprenderà tutte le azioni possibili per il raggiungimento di tale obiettivo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*