Autoslalom San Giustino-Bocca Trabaria, dominio del romagnolo Daniele Ravaioli

Autoslalom San Giustino-Bocca Trabaria, dominio del romagnolo Daniele Ravaioli

Autoslalom San Giustino-Bocca Trabaria, dominio del romagnolo Daniele Ravaioli. Daniele Ravaioli su Vst Proto fra le moderne e Michele Bertelli su Fiat 500 Giannini in assoluto fra le storiche sono i vincitori del primo autoslalom San Giustino-Bocca Trabaria, disputatosi nella giornata di domenica 26 agosto sui 2890 metri di tracciato della statale 73 bis, caratterizzati dall’apposizione di nove birillate. Assoluto il dominio di Ravaioli con la vettura classe 1300 della velocità su terra: lo è stato sia nella ricognizione che in tutte e tre le manche di gara, riuscendo sempre a migliorare fino a realizzare 126,37 punti nella terza, frutto di un tempo pari a 2’06”37 senza alcuna penalità. “Sono molto soddisfatto – ha commentato il 46enne “driver” di Morciano di Romagna, che corre per la scuderia Malatesta – e il risultato è arrivato su un percorso davvero bello e con l’asfalto a posto, seppure inizialmente fosse umido”.

Formula Gloria e conduttori di Pieve Santo Stefano sugli altri due gradini del podio: secondo assoluto (e primo in E2-SS) Mauro Polcri sulla C8 con i 131,82 punti della seconda manche e terzo Daniele Giannini sulla B4 con i 134,66 sempre della seconda. Per Giannini, anche il trofeo degli Under 25. “Ero andato bene in ricognizione – ha commentato Polcri – poi in gara ho alzato a 2’11”82 a seguito di qualche problema (assetto e motore) che deve essere ancora risolto; in fondo, è la mia seconda gara con questa macchina, ma l’esito finale mi gratifica molto”. Ed è Gloria B5 Evo anche in quarta posizione con Alessandro Caprioli, davanti a Sauro Rossi, che con la sua Osella Pa 21 Jrb ha vinto la E2-SC.

Rimarchevole la prestazione dell’anconetano Lorenzo Paoloni, sesto e leader delle “silhouette” (E2-SH) con la sua potente Fiat X 1.9 nell’unica manche in cui non è incappato in penalizzazioni e in una strisciata, mentre fra le turismo all’ultimo tuffo Marco Paletta, settimo, è riuscito con la sua Peugeot 106 Rally a sopravanzare la Mini Cooper di Fausto Flavi, il sangiustinese titolare della Top Quality Group che è stato promotore della gara e che ha avuto noie alla frizione nel corso della ricognizione. Marco Paletta si aggiudica anche la Racing Start Plus, senza togliere a Flavi il primo posto nella Racing Start. Completano la “top ten” l’altro Paletta, Mirco, anche lui su Peugeot 106 Rally e l’altro pilota di Pieve Santo Stefano, Nicola Veri, su Renault Gt Turbo, che ha portato in dote l’esito della prima manche, poiché nella seconda si è fermato praticamente subito a causa di un problema all’asta del cambio.

Veri è anche primo in E1 Italia e di Sansepolcro sono i vincitori degli altri due raggruppamenti: Andrea Mariani su Opel Corsa in gruppo A e Luciano Acquisti su Peugeot 106 Rally in gruppo N. Alla Etruria Racing il trofeo per le scuderie. Fra le storiche, quattro i vincitori assoluti per effetto della suddivisione in gruppi, anche se Michele Bertelli di Sansepolcro (ovviamente primo in HST2) in 2’13”65 ha il miglior punteggio di tutti con 147,24, stabilito in manche 2; l’eugubino Alvaro Bertinelli su Autobianchi A 112 Abarth si è aggiudicato il gruppo HST1 di misura su Lorenzo Lazzeroni (stessa vettura) e sulla Bmw M3 di Roberto Piomboni, il biturgense Michele Bertelli su Fiat 500 Giannini è stato il migliore nell’HST2, composto tutto da piloti altotiberini (Icaro Camaiti su Renault 5 Gt Turbo e Osvaldo Fiorucci su Fiat Giannini); Lanfranco Pastorelli su Fiat 126 con stupenda livrea tricolore si è imposto nell’HST3 sulla A112 di Francesco Ricciarelli e Marco Piccinelli con la Lucchini Sn 88 ha fatto suo l’HST4, ma ha pagato con una penalità di 60 l’ottimo tempo di 2’13”11. Nella terza manche. Coppa per scuderie alla Chimera Classic Motor.

“Una grande emozione”, si è limitato a dire Michele Bertelli. “Una bellissima esperienza – ha dichiarato Marco Piccinelli – e mi ha fatto piacere trionfare in una gara storica, nella quale a tratti si è rivista la gloriosa San Giustino-Bocca Trabaria”. Trofeo Top Quality Group per la miglior vicinanza fra i tempi di due delle tre manche ad Antonio De Felice su Peugeot 106 Rally, memorial Giuliano Veschi (consegnato dalle figlie Luciana ed Elena) a Mirco Paletta, sempre su Peugeot 106 Rally, per aver vinto la classe più numerosa a livello di partecipanti e trofeo “dame” in ricordo di Stefano Avelli alla “driver” locale Camilla Bisceglia, ancora su Peugeot 106 Rally, che si è distinta fra le donne.

Sono stati in totale 35 (11 fra le storiche e 24 fra le moderne) i conduttori che agli ordini dell’esperto direttore di gara Stefano Torcellan hanno tenuto a battesimo il ritorno dell’agonismo sulle quattro ruote a motore, dopo 28 anni, sulla strada di Bocca Trabaria in una domenica nella quale il maltempo ha fatto le bizze in mattinata, proseguendo la scia del sabato pomeriggio, per poi farsi da parte e lasciare largo al sole e al pubblico, che ha rivissuto le vecchie sensazioni grazie alla perfetta organizzazione della scuderia P & G Racing e della Top Quality Group, con il partenariato di www.mattiperlecorse.com. “La gratifica migliore sono stati i complimenti per l’organizzazione – hanno detto Giuliano Filippetti della P & G Racing e Fausto Flavi della Top Quality Group, che hanno consegnato una targa al Comune di San Giustino nelle mani dell’assessore allo sport, Elisa Mancini durante la cerimonia di premiazione in piazza del Municipio – ma ci sono piaciuti anche quelli dei piloti, che stanno davanti a tutto. Ottima la risposta del pubblico: insomma, i motori sulla San Giustino-Bocca Trabaria si sono riaccesi nel migliore dei modi”.

LE CLASSIFICHE

Vetture MODERNE

  • Daniele RAVAIOLI (Vst Proto 1300) punti 126,17
  • Mauro POLCRI (Formula Gloria C8) p. 131,82
  • Daniele GIANNINI (Formula Gloria B4) p. 134,66
  • Alessandro CAPRIOLI (Formula Gloria B5 Evo) p. 139,75
  • Sauro ROSSI (Osella Pa 21 Jrb) p. 140,52
  • Lorenzo PAOLONI (Fiat X 1.9) p. 141,57
  • Marco PALETTA (Peugeot 106 Rally) p. 151, 56
  • Fausto FLAVI (Mini Cooper) p. 151,92
  • Mirco PALETTA (Peugeot 106 Rally) p. 153,18
  • Nicola VERI (Renault 5 Gt Turbo) p. 153,55

Vetture STORICHE

Gruppo HST1

  • Alvaro BERTINELLI (Autobianchi A 112 Abarth) punti 164,66
  • Lorenzo LAZZERONI (Autobianchi A 112 Abarth) p. 165,55
  • Roberto PIOMBONI (Bmw M3) p. 167,82

Gruppo HST2

  • Michele BERTELLI (Fiat Giannini) punti 147,24
  • Icaro Attilio CAMAITI (Renault 5 Gt Turbo) p. 160,59
  • Osvaldo FIORUCCI (Fiat Giannini) p. 190,67

Gruppo HST3

  • Lanfranco PASTORELLI (Fiat 126) punti 165,79
  • Francesco RICCIARELLI (Autobianchi A 112) p. 192,15

Gruppo HST4

  • Marco PICCINELLI (Lucchini Sn 88) punti 156,11

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*