Coppa Italia Csen 2019, ottima prova degli allievi del maestro Rubicondi

Coppa Italia Csen 2019, ottima prova degli allievi del maestro Rubicondi

Coppa Italia Csen 2019, ottima prova degli allievi del maestro Rubicondi

Sabato 19 Aprile si è svolta al Palaterme di Montecatini la Coppa Italia CSEN di karate. Il bottino finale per gli Umbri parla di 2 ori, 1 argento e 2 bronzi conquistati in una gara record per numero di iscritti.

8 in totale gli atleti allenati dal maestro Rubicondi iscritti alla gara. 3 nel Kata e 5 nel Kumite. Buone le prove di forma eseguite nella categoria Senior da D’Ambrosa Riccardo e Rossi Gabriele che hanno sfiorato di poco l’ingresso in finale.

Il primo oro della giornata arriva con tre eccellenti prove eseguite dallo stesso maestro Rubicondi che distanzia notevolmente tutti i suoi avversari confermandosi, nonostante i mille impegni, sempre ai vertici.

Esaltanti le prove di combattimento.

I primi a salire sul tatami sono stati i gemelli Rufini. Alessio si è aggiudicato la medaglia di bronzo vincendo i primi due incontri 4 – 2 e 3 – 0, si arrende in finale di pool perdendo per 4 – 2 un incontro che conduceva fino a 6 secondi dalla fine. Senza storia la successiva finale del terzo posto, netto 3 – 0 e più di un rimpianto per la finale gettata al vento.

In contemporanea su un’altra area di gara il fratello Samuele portava avanti la “gara perfetta”. 1 – 0, 6 – 0, 2 – 0 e 4 – 0 , la cavalcata vincente dell’atleta di Sant’Enea che si aggiudica la medaglia più prestigiosa. Un Oro conquistato in una pool “impossibile” con avversari fortissimi e già plurimedagliati. Per assurdo l’incontro più  facile è stata la finale.

Dopo i cadetti è la volta degli Juniores.

Cavalletti Francesco dopo una striscia di gare positive “stecca” in questa competizione perdendo subito al primo incontro per un discutibilissimo colpo da 3 punti assegnato con troppa leggerezza dai giudici.

Ci pensano Tommaso Girolamini e Merlini Luca a vendicarlo.

Il todino Luca in una gara da guinness dei primati si aggiudica in una rocambolesca gara la medaglia di bronzo. Gli avversari però centrano poco. Luca fa tutto da solo…

10-0 il primo incontro; perde per squalifica al secondo incontro quando stava vincendo per 1-0 a causa di 2 uscite di troppo dall’area di gara; vince la finale per il terzo posto per 10:0.

21 punti fattdi cui 15 con  5 uramawashi (calcio al viso “ad uncino”) e 0 punti subiti, terzo posto!Sembra quasi impossibile.

Al di là  dell’amarezza per la vittoria gettata al vento in una giornata di “grazia”, resta da sottolineare che Luca come Francesco si  stanno preparando per il Campionato Italiano Juniores del prossimo 11 maggio al Pala Fijlkam di Roma.

Se Luca arriva terzo “esagerando”; un ritrovato Tommaso Girolamini arriva in finale facendo il “ragioniere” aggiudicandosi 2 incontri per 1-0 contro avversari impegnativi. Si ferma in finale per un fastidio al ginocchio destro che non gli permetteva di portare a termine la gara.

“Mai in 19 anni di insegnamento ho portato a casa tutte queste medaglie in una competizione così prestigiosa e numerosa come la coppa italiacsen. Segno evidente che la scelta di collaborazione tecnica messa in piedi con la scuola di Firenze del maestro Puleo Francesco sta dando i suoi frutti” afferma un raggiante Rossano Rubicondi.

Il bottino poteva essere ancora più consistente se alla gara avessero potuto partecipare Asia e Aurora Pergolesi che “purtroppo”, si fa per dire, erano impegnate a Riccione per un allenamento tecnico con la nazionale giovanile FIJLKAM accompagnati dal maestro Puleo.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*