Volley, sabato negativo per la Sia Coperture a Bastia Umbra

Secca sconfitta contro la School Volley

Volley, sabato negativo per la Sia Coperture a Bastia Umbra. Passo indietro della Sia Coperture San Giustino nell’ultimo test amichevole prima dell’inizio del campionato di Serie B1. A Bastia Umbra, nel triangolare che le vedeva opposte alla formazione di pari categoria della School Volley e alla Pieralisi Jesi (Serie B2), le biancazzurre hanno disputato una prestazione negativa – la peggiore dell’intera fase di preparazione anche nell’applicazione dei fondamentali – al cospetto delle locali, per poi riscattarsi contro le marchigiane in un match nel quale il livello tecnico ha fatto la differenza.

La School Volley si è così aggiudicata i tre set programmati con parziali di 25-22, 25-15 e 15-11, che sintetizzano con i numeri l’andamento di una partita nella quale anche il primo set, pur conclusosi con un punteggio quasi di misura, ha visto la Sia Coperture sempre all’inseguimento delle avversarie. Poi, contro la Pieralisi Jesi, la Spicocchi e compagne hanno vinto agevolmente, lasciando alle marchigiane soltanto la terza frazione, quando nella Sia Coperture sono entrate anche le giocatrici rimaste fuori.

Il tecnico Pietro Camiolo è molto esplicito nell’analisi: “E’ andata male sotto ogni profilo, dall’atteggiamento in campo alla parte tecnica e tattica. Non essendovi un elemento di riferimento in attacco, le singole debbono aiutarsi l’una con l’altra e lo hanno fatto: a volte, però, anche aiutandosi, la squadra incontra difficoltà e non riesce a esprimersi come sa fare”. Era ancora assente per il grave lutto familiare che l’ha colpita il libero Elitza Krasteva: quanto sarà importante il suo rientro? “Intanto, Elitza ci raggiungerà intorno a metà settimana e la sua presenza diventa preziosa sia per il ruolo che ricopre, sia per l’esperienza che vanta e della quale nel gruppo c’è bisogno. Domani (lunedì n.d.a.) riprendiamo ad allenarci: è la settimana che precede l’esordio in campionato e contro il Montespertoli non possiamo assolutamente sbagliare, anche perché giochiamo in casa. Conto allora sul carattere e sulla determinazione delle ragazze: una giornataccia ci può stare e meno male che è capitata durante un’amichevole. Ora dobbiamo subito dimenticarla e preparare al meglio una gara che per noi riveste già il suo peso, tanto per la posta in palio quanto per la fiducia che può trasmettere all’interno della squadra”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*