Ternana sconfitta dal Latina ed ora è ultima in classifica

E’ notte fonda in casa rossoverde dopo la prima di una serie di sfide salvezza

Il derby Ternana-Perugia allo stadio Liberati finisce 1-1
Foto Ternana Calcio (Stefano Principi)

Ternana sconfitta dal Latina ed ora è ultima in classifica TERNI – L’ottava sconfitta nelle ultime nove partite di campionato sancisce l’ultima posizione in classifica per la Ternana. E’ notte fonda in casa rossoverde dopo la prima di una serie di sfide salvezza. Al Liberati esulta il Latina che ottiene i tre punti con il minimo sforzo. Alla pattuglia degli ex (Brosco e Corvia) basta il gol di De Vitis al 23’ per mettere in archivio il match.

Gautieri propone un undici iniziale innovativo. Difesa bloccata con Diakité e Contini terzini. A centrocampo Defendi e Palumbo ai lati di Ledesma mentre in attacco Palombi e Monachello dietro a La Gumina. Dall’altra parte Vivarini, che in estate è stato ad un passo dalla panchina rossoverde, non cambia sistema di gioco (3-4-2-1) non potendo contare su Insigne, sceglie Rocca e alza Bandinelli, preferendo De Vitis a Mariga. Scelta, quest’ultima, che si rivelerà decisiva.

Parte forte la Ternana che spreca una ghiotta occasione quando i tre attaccanti non arrivano alla deviazione vincente su un bel cross dalla sinistra di Diakité. I rossoverdi puntano sul contropiede, il Latina sull’azione manovrata. E il gol (23’) arriva proprio da una di queste. Nasce tutto da un calcio d’angolo. La difesa rossoverde libera l’area, il Latina però non demorde, cambia campo e fa spostare la difesa rossoverde. Mossa decisiva perché Bruscagin trova spazio per servire davanti alla porta De Vitis per il tap in vincente. Immobile Aresti che chiede il fuorigioco senza ottenerlo. La reazione vera non c’è e così la Ternana va nello spogliatoio tra i fischi del Liberati.

Gautieri non ci sta e cambia subito. Lascia sotto la doccia Monachello, autore di una prestazione incolore e si affida ad Avenatti. Il centravanti ripaga la fiducia con tre palle gol in un tempo. Sulla prima sbaglia la mira (colpo di testa ravvicinato con palla fuori di poco), sulla seconda trova alla parata Pinsoglio mentre, in occasione della terza è la parte alta della traversa a dirgli di no. In mezzo una sola occasione per il Latina: tiro potente di Corvia in corsa respinto col corpo da Valjent. Alla fine immancabili i fischi dei 5mila del Liberati all’indirizzo della Ternana.

“Sono abbattuto per la sconfitta anche se nel secondo tempo abbiamo creato 3-4 occasioni ma ci è mancata la cattiveria sotto porta. Dovevamo essere più cattivi – il rammarico di Carmine Gautieri – Prima del gol del Latina c’è stata l’occasione di La Gumina che poteva cambiare la partita. In queste partite così tese serve qualcosa di più. La reazione c’è stata con la squadra che ha creato qualcosa nel finale”.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*