Valdiceppo vince con Cagliari, resta in corsa per la serie B

La Sicoma chiude in crescendo e carica le pile per l'ultima sfida a Tolentino Sabato prossimo

Valdiceppo vince con Cagliari, resta in corsa per la serie B

Valdiceppo vince con Cagliari, resta in corsa per la serie B

Bella risposta della Valdiceppo, che davanti ad un pubblico straordinario accorso al Palacestellini per l’ultima partita interna della stagione, porta a casa un successo per nulla scontato che la tiene in corsa per i posti che contano in prospettiva Serie B. Una partita giocata a viso aperto contro gli isolani, che nonostante le assenze importanti di Putignano e Nanni accettano i ritmi indiavolati imposti dai padroni di casa dando vita ad una gara spettacolare e ricca di rovesciamenti di fronte. Nelle fila ponteggiane ancora assente Meccoli, mentre Rombi è in panca ma anche lui alle prese con una caviglia ancora in disordine.

Si parte subito con la tripla del capitano, con una Sicoma che muove bene la palla ma va sotto di brutto a rimbalzo, dove Salone e Vaccargiu si fanno sentire a più riprese. Casuscelli ne mette un’altra, Burini spacca la difesa in entrata e Meschini va a segno con un arresto e tiro. Coach Fioretto ne ha viste abbastanza e spende subito un time out sul punteggio di 12-8, senza però riuscire ad invertire l’inerzia che porta la Valdiceppo a condurre sul 17-8. Attacchi nettamente prevalenti su difese in difficoltà a rientrare contro gli immediati contropiedi innescati da entrambe le squadre, facile pronosticare il prossimo arrivo di folate improvvise propiziate dalle conclusioni in transizione.

Previsione fin troppo facile: l’Esperia accorcia a meno 4, Musio sgancia un assit per Salone che si accende e si tira dietro i suoi fino al sorpasso sul 39-40. Perfetta parità a metà partita, con qualche rammarico per i ponteggiani che hanno alzato il piede dall’acceleratore a metà secondo quarto e commesso l’errore di tenere in partita gli avversari che ora sono più difficili da contrastare. Negli spogliatoi coach Pierotti deve aver sicuramente predicato difesa, perché un paio di raddoppi in post basso contro Pedrazzini mostrano una aggressività ritrovata e sono un buon viatico per riprendere il controllo delle operazioni. Cagliari però non è un cliente facile, trova qualche buona accelerazione di Musiu e si affida all’esperienza e alla mano calda di Pedrazzini. Capitan Casuscelli prova la fuga pescando con un assist Orlandi a rimorchio e subendo sfondamento nell’azione successiva, la tripla di Pedrazzini riporta però il punteggio in parità a quota 51. L’Esperia sale anche a più 3, grazie ai rimbalzi e al talento di Spampinato, la Valdiceppo non molla un centimetro e replica con Meschini dalla lunga e Orlandi dalla lunetta.

E’ il turno di un ritrovato Negrotti provare la fuga, la panchina isolana chiama sospensione e prova a sorprendere i ponteggiani con la zona. Casuscelli la buca subito, fa salire i suoi sul 66-60 ma deve uscire per il quarto fallo. Brani di pressing per gli ospiti, Negrotti però arriva agevolmente al ferro per il 69-63, poi il furto di Meschini che gasa il pubblico. Sembra la volata buona, ma manca ancora parecchio. Burini innesca Negrotti al volo e poi pianta una stoppata eloquente, Pedrazzini ha ancora la forza di confezionare un gioco da tre punti, ma ormai la Valdiceppo non si ferma più. Orlandi sfrutta al meglio un rimbalzo d’attacco, Casucelli e Meschini chiudono i conti da tre. 33 punti solo nell’ultimo quarto, la Sicoma chiude in crescendo e carica le pile per l’ultima sfida a Tolentino Sabato prossimo.

Sicoma Valdiceppo – Esperia Cagliari 91-77

PARZIALI: 26-17, 14-23, 18-17, 33-20
ARBITRI: Esposito e Nuzzo
SQUADRA A: Valdiceppo: Giovagnoli, Anastasi 5, Rombi, Meschini 23, Orlandi 25, Mariucci 1, Negrotti 9, Casuscelli 12, Burini F. 12, Burini R., Gionangeli. All. Pierotti. Ass. Olivieri e Capponi
SQUADRA B: Cagliari: Spampinato 8, Musiu 11, Orrù 4, Salone 25, Marcato, Pedrazzini 17, Argiolas, Vaccargiu12. All. Fioretto. Ass. Bonu

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*