Volley, Sir Safety, Tie Break fatale a Civitanova, battuta d’arresto per il Block Devils

Due set eccellenti per Perugia che perde in volata il terzo e poi cala

Volley, Sir Safety, Tie Break fatale a Civitanova, battuta d'arresto per il Block Devils
«Cucine Lube Civitanova - Sir Safety Conad Perugia» 9ª giornata SuperLega UnipolSai Campionato italiano di Pallavolo Maschile Serie A1

Volley, Sir Safety, Tie Break fatale a Civitanova, battuta d’arresto per il Block Devils. PERUGIA – Non riesce a trovare la via della vittoria la Sir Safety Conad Perugia. In un gremito Eurosuole Forum di Civitanova, con oltre 300 supporters bianconeri, i Block Devils cadono al tie break contro i padroni di casa della Lube non riuscendo a capitalizzare il doppio vantaggio iniziale e cedendo alla fine ai colpi dell’opposto Sokolov e dello schiacciatore Juantorena.

Peccato perché la squadra di Kovac nei primi due parziali ha giocato davvero bene. Ficcante in battuta, incisiva a muro, concreta in contrattacco con Buti (preferito al via a Birarelli e 13 punti alla fine con 4 muri) eccellente e con Russell cecchino in posto quattro. La chiave di volta nella terza frazione con la Lube che reagisce da grande squadra, ma con la Sir sempre a contatto. La volata finale premia i padroni di casa e cambia la storia del match. I marchigiani, spinti dal pubblico amico, crescono al servizio e di conseguenza nella correlazione muro-difesa, mentre i bianconeri calano di intensità in attacco e non bastano alla fine 13 muri punto e 10 ace per venire a capo della contesa.

È sempre la continuità il problema nella metà campo di Perugia al netto ovviamente della qualità dell’avversario. Kovac le ha tentate tutte gettando nella mischia in pratica quasi tutta la panchina, ma l’inerzia della gara si era ormai spostata dalla parte della Lube con il punto finale di Sokolov che ha chiuso le ostilità.

Perugia adesso deve fare quadrato e rimboccarsi le maniche. I segnali di crescita anche stasera ci sono stati, ma evidentemente ancora non bastano contro le big. Il lavoro da fare c’è, il materiale e le potenzialità altrettanto e l’unico modo per tirarle fuori è dare il massimo ogni giorno in palestra. Perché la stagione è ovviamente ancora molto lunga.

IL MATCH
Novità al centro per Kovac che presenta Simone Buti in coppia con Podrascanin. Primo break per Perugia con il muro di Russell su Sokolov (1-3). Due errori in fila per la Lube (1-5). Distanze invariate con Berger a bersaglio (4-8). Tre in fila di Juantorena riportano le squadre a contatto (7-8). Riparte la Sir con i muri di Buti e Zaytsev (7-11). Timeout per Civitanova. Al rientro nuovo break per la Lube con Candellaro (9-11), poi per la Sir con l’accoppiata Berger-Buti (9-13) e poi ancora per i padroni di casa con due di Sokolov (12-14). Doppio ace per lo Zar (12-17). I Block Devils tengono a bada il tentativo di recupero Lube (16-21). Ci prova la Lube con il turno al servizio di Juantorena (18-21). Timeout per Kovac. Ancora due missili al servizio di Juantorena con Sokolov che riporta i padroni di casa a -1 (20-21). È Berger a riportare Perugia al servizio (20-22). Il primo tempo di Buti (21-23) e poi il muro di Russell (21-24). Set point Sir. Stankovic annulla il primo (22-24). Timeout Perugia prima del servizio di Sokolov. Il maniout di Zaytsev consegna il parziale ai Block Devils (22-25).

Stessi sette in campo al via del secondo set. Subito 3-0 con Juantorena scatenato. La Sir si riorganizza e, complice l’attacco out proprio di Juantorena, impatta (4-4). Invasione per Perugia (7-5) e poi contrattacco di Sokolov (8-5). È la Lube a condurre le danze in questa fase con Candellaro che firma l’11-7 con Kovac costretto al timeout. Il tecnico serbo scuote i suoi ragazzi che rientrano sfruttando anche alcuni errori al servizio avversari (14-13). Arriva la parità con il muro di Russell (14-14). Out Stankovic e poi maniout di Russell (14-16). Sokolov non ci sta e ne mette due (attacco ed ace) per il 16-16. Pronta replica bianconera con Zaytsev in attacco e Russell al servizio (16-18). Grande scambio chiuso da un missile dello Zar (18-21). Berger e poi il muro di Russell (19-23). In rete Sokolov (19-24). Set point Sir. L’ace di Berger chiude la frazione (19-25).

Formazione invariata per Perugia nel terzo parziale, Civitanova gioca la carta Cebulj (già entrato nel secondo set) per Kaliberda. Ace per Buti, poi grande azione bianconera con Zaytsev a segno con il maniout e poi muro di Russell (2-5). Civitanova non ci sta, rientra con l’opposto bulgaro Sokolov ed impatta con l’ace di Cebulj (9-9). Va avanti la Lube con il muro di Cester (11-10). È testa a testa nella fase centrale del set con ancora Sokolov che tiene avanti i suoi (16-14). Sempre +2 Lube con l’attacco di Cester (19-17). Due in fila di Zaytsev pareggiano (19-19). Juantorena sfodera tre colpi da campione, di cui due dalla linea del servizio e sposta l’equilibrio del parziale (22-19). È Perugia stavolta a non starci. Kovac inserisce Mitic per il muro e proprio il palleggiatore serbo va a segno fermando Cebulj (22-21). Ancora un muro per la Sir con Russell che ferma Juantorena (22-22). Chiude l’attacco stavolta Cebulj (23-22). Il muro a tre Lube ferma Russell e porta i padroni di casa al set point (24-22). Fuori il servizio del neo entrato Candellaro (24-23). Fuori anche Russell e Civitanova riapre i giochi (25-23).
L’ace di Berger ed il contrattacco di Zaytsev aprono il quarto parziale (1-3). Il muro di Stankovic pareggia i conti (4-4). Avanti la Lube con Sokolov (6-5). Muro di Cebulj per il +2 Civitanova (9-7). Giocano bene adesso i padroni di casa e volano 12-9 con Stankovic con Kovac che deve fermare il gioco. Perugia perde contatto con Kovac che pesca dalla panchina inserendo Birarelli, Della Lunga, Mitic ed Atanasijevic (19-12). La Sir prova la reazione con Della Lunga che mette l’ace del 21-17, ma poi Sokolov rende pan per focaccia (23-17). Altro servizio vincente dell’opposto bulgaro che porta Civitanova al set point (24-17). I Block Devils ne annullano quattro, al quinto Atanasijevic attacca out e si va al tie break (25-21).
Tornano Berger, Podrascanin, De Cecco e Zaytsev in campo per il set decisivo. Si parte con la pipe di Cebulj (1-0) e poi con il primo tempo di Cester (2-0). Ace di Christenson (3-0). La Lube difende tutto e Juantorena fa esplodere il palazzetto (4-0). Il muro di Buti (4-2). Ancora Buti ed ancora a muro (4-3). Out Russell (6-3). Due errori per la Sir (8-4). Invasione del muro Lube (8-6). Ace dello Zar (8-7). Gran punto di Sokolov (9-7). Russell in diagonale (9-8). Sokolov mantiene il doppio vantaggio Lube (11-9). Fuori Zaytsev (12-9). Ace di Stankovic (13-9). Tocco di seconda di Christenson (14-9). Chiude Sokolov (15-10).

IL TABELLINO

CUCINE LUBE CIVITANOVA – SIR SAFETY CONAD PERUGIA 3-2
Parziali: 22-25, 19-25, 25-23, 25-21, 15-10
CUCINE LUBE CIVITANOVA: Christenson 4, Sokolov 25, Candellaro 4, Stankovic 7, Kaliberda 4, Juantorena 18, Pesaresi (libero), Grebennikov, Kovar, Cebulj 9, Cester 6. N.e.: Corvetta, Casadei. All. Blengini, vice all. D’Amico.
SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco, Zaytsev 21, Buti 13, Podrascanin 4, Russell 17, Berger 9, Bari (libero), Tosi (libero), Mitic 1, Della Lunga 1, Birarelli 1, Atanasijevic 1. N.e.: Chernokozhev, Franceschini. All. Kovac, vice all Fontana.
Arbitri: Sandro La Micela – Omero Satanassi
LE CIFRE – CIVITANOVA: 22 b.s., 9 ace, 51% ric. pos., 32% ric. prf., 51% att., 6 muri. PERUGIA: 17 b.s., 10 ace, 45% ric. pos., 14% ric. prf., 46% att., 13 muri.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*