Rugby ternano impegnate in campo tutte le squadre del settore giovanile

La franchigia a Tivoli, un premio speciale per l'URR

rugby serie C

Rugby ternano impegnate in campo tutte le squadre del settore giovanile TERNI – Weekend ricco di impegni con tutte le compagini del rugby ternano impegnate in campo. Domenica mattina a Città di Castello è in programma la terza edizione del Torneo del Tartufo, riservato alle categorie del minirugby Under 6-8-10-12. Al torneo, che si svolgerà presso il campo di via Bartali, sono ammesse un massimo di otto squadre per categoria.

Il Terni Rugby si presenta al gran completo con tutte le squadre e poco meno di 50 piccoli giocatori. Al torneo partecipano, oltre ai rossoverdi e ai padroni di casa del Città di Castello, anche Cus Perugia, Rugby Falconara, Fiamme Oro Rugby, Rugby Fiumicino, Foligno Rugby, Rugby Lnuvio, Nea Ostia Rugby, Rugby Perugia Junior, Querce Rugby Imola e Unione Rugby Capitolina. In campo ci saranno anche gli invincibili Camaleonti dell’Under 14 che a Perugia cercano la quarta vittoria consecutiva di inizio stagione. Tornano in campo gli Under 16 di Andrea Pegoretti al campo di via del Cardellino a Borgo Rivo contro i Cavalieri Prato.

La Seniores allenata da Alessandro Turetta sarà di scena a Tivoli. Dopo la schiacciante vittoria contro L’Aquila, la franchigia Terni-Rieti prosegue la rincorsa ai piani alti della classifica. Infine le Ragazze dell’Umbria Rugby, dopo il pareggio con la Capitolina nella Coppa Italia Seven, tornano a respirare profumo di serie A vestendo la casacca del Montevirginio, di scena a Pisa. Ma c’è un’altra bella notizia che riguarda le ragazze dell’URR.

Lo scorso anno erano risultate vincitrici della 9° Edizione del Premio Nazionale “L’Amico Atletico” promosso dalla Fondazione Cardinaletti Onlus per valorizzare iniziative indirizzate verso l’integrazione sociale attraverso lo sport con particolare attenzione alle persone con disabilità fisica. In particolare era la barriera della verticalità imposta dalla montagna, quella fatta superare dalle ragazze dell’Umbria Rugby, insieme all’Associazione Stefano Zavka e alla Sezione del Cai di Terni, all’amico disabile Andrea Sansoni che aveva così raggiunto la vetta del Monte Vettore grazie alla spinta delle ragazze e all’ausilio di una speciale carrozzina chiamata “joelette”.

Ebbene la storia delle ragazze dell’URR è stata scelta tra le tre più significative a livello nazionale degli ultimi dieci anni per una premiazione speciale che riguarda proprio il decimo anno della nascita della Fondazione Cardinaletti Onlus. Giovedì 3 novembre coach Sergio Depretis e le Ragazze Umbre verranno premiate a Roma nella sede del Coni dal presidente Malagò e dalla testimonial d’eccezione Valentina Vezzali.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*