Matteo Solforati concentrato per la seconda metà del campionato della Zambelli Orvieto

Matteo Solforati concentrato per la seconda metà del campionato della Zambelli Orvieto

Si avvicina l’inizio della seconda fase di stagione e la Zambelli Orvieto lavora alacremente in palestra con la consapevolezza di essere ancora una delle protagoniste di serie A2 femminile. Nello scorso anno le tigri gialloverdi erano matricole e sono riuscite a ritagliarsi degli spazi interessanti, ripetersi non è mai facile, specie con una formula di campionato differente, ma un pizzico di ambizione non guasta mai.

Ecco perché l’atmosfera che si respira dalle parti del palasport Alessio Papini è quella dell’attesa carica di un misto tra entusiasmo ed eccitazione per una serie di appuntamenti che saranno vissuti al massimo dal club rupestre.

Alla vigilia è l’allenatore Matteo Solforati ad esprimere il suo pensiero: «C’è soddisfazione per quanto abbiamo fatto sino ad ora, il bilancio è assolutamente positivo. Gli obiettivi che avevamo nella prima parte della stagione sono stati tutti centrati, il primo era quello di partire meglio dell’anno scorso e ci siamo riusciti, il secondo era quello di qualificarci alla coppa Italia ed abbiamo passato anche un turno, il terzo ed ultimo era di centrare la pool promozione ed è stato raggiunto con largo anticipo. Nonostante gli alti e bassi che sono normali in una stagione siamo a lottare nella seconda fase per i play-off e vedremo se riusciremo ad entrare nelle prime sette posizioni. Se devo dire la mia è una formula di campionato che non rende merito al cammino che è stato fatto sino ad ora e che non mi piace molto».

Ciò che è stato fatto sino ad ora ha un valore relativo, i punti che sono trasportati nella seconda fase sono solo quelli ottenuti con le dirette avversarie, perciò le sconfitte con le squadre finite ai play-out non pesano.

«Adesso si azzera tutto e si riparte, la classifica di partenza è molto corta e ci sarà da lottare forte per conquistare un posto negli spareggi promozione. Ci aspettano dieci partite di altissimo livello perché tutte e cinque le squadre dell’altro girone sono ben attrezzate, la stessa Ravenna che parte da fanalino di coda ha avuto l’opposta fuori per tutta la prima parte della stagione regolare, da ciò si capisce bene quello che ci aspetta. Il nostro obiettivo adesso è fare il meglio possibile e soprattutto trovare continuità, quello che mi preme è vedere una squadra che cresce, che acquisisce consapevolezza e che riesce a portare a casa risultati in partite che saranno sicuramente complicate, abbiamo fatto vedere la nostra qualità ma anche che se non ci alleniamo bene in settimana e non siamo accompagnati da quella necessaria umiltà e voglia di lavorare a testa bassa poi siamo in grado di perdere con chiunque. Sta a noi capire cosa vogliamo fare e dimostrare quanto è forte il desiderio di agguantare un posto tra le migliori per continuare a giocare la prestigiosa coda della stagione».

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*