Volley, la Piccini Paolo Spa fatica poi sale in cattedra

Volley, la Piccini Paolo Spa fatica poi sale in cattedra

Volley, la Piccini Paolo Spa fatica poi sale in cattedra

Un primo set lungo e combattuto, poi il netto dominio negli altri due. La Piccini Paolo spa San Giustino interrompe al Pala Alessandro di Montespertoli la striscia negativa di tre sconfitte, passando per 3-0 e conquistando la sesta vittoria esterna stagionale, che significa al momento top di punti in B1 eguagliato (46, come nella prima stagione in categoria) e che lascia ancora aperta la porta dei play-off per effetto dello stop subito a Macerata dal Cesena, che ora è a +4.

Dopo una prima frazione a strappi – risolta non senza apprensioni per 31-29 – la formazione di Marco Gobbini è tornata a esprimersi alla sua maniera nel prosieguo del match contro una Montesport che, pur scendendo in campo con la retrocessione già sentenziata, ha profuso tutto l’orgoglio di cui è in possesso, trascinata dalla schiacciatrice Giulia Pistolesi (17 punti), che in più di una circostanza è stata una spina nel fianco delle nerofucsia.

Il tecnico fiorentino Pietro Giacomo Buoncristiani ha dato spazio a tutte le convocate, con la sola eccezione di Rubina Calamai, fuori per scelta tecnica e sostituita nel ruolo di opposto da Chiara Checchi. Sul versante sangiustinese, bene le due bande (16 punti per Silvia Tosti, 12 per Carlotta Romani), Valentina Mearini (11) al centro e il libero Nayma Galetti in difesa e in copertura, non dimenticando il prezioso apporto di Giorgia Silotto (8) in alcuni frangenti chiave.

Coach Buoncristiani schiera la diagonale Para-Checchi, la coppia centrale Mazzini-Collini, a lato la Pistolesi e la 18enne Mezzedimi e libero la Anichini. Gobbini risponde con il 6+1 di base: Giordano palleggiatrice, Silotto in posto 2, Mearini e Borelli al centro, Tosti e Romani alla banda e Galetti libero. Rodaggio difficile per la Piccini Paolo spa, al cospetto di un’avversaria più tonica, che prende il via e arriva a condurre per 8-4. Il gap accusato scuote la compagine sangiustinese, che fa leva sulla battuta e sulla buona serata delle laterali per recuperare terreno e ribaltare la situazione fino al massimo vantaggio di +5, sul 21-16.

Sembra fatta, ma il Montespertoli reagisce con i colpi della Pistolesi e della centrale Mazzini in una nuova fase di affanno della Piccini Paolo spa, non ordinata in ricezione e pizzicata anche a muro. La lunga sequenza dei vantaggi è caratterizzata anche da qualche errore in battuta su entrambi i fronti; alla fine, la maggiore freddezza di Tosti e compagne ha la meglio e c’è una contestazione sul versante locale per un inesistente tocco della Silotto sull’attacco da posto 4 che termina a lato e che consegna l’1-0 con il punteggio di 31-29.

Scampato il rischio della sconfitta nel set iniziale, la Piccini Paolo stringe subito i tempi in una seconda frazione che parte nel migliore dei modi sulla battuta della Giordano: un muro della Mearini, poi gli attacchi a segno della Tosti e della Silotto producono il 3-0 di apertura; la Mearini è ancora un baluardo a muro, la Tosti davanti non perdona e un fallo in palleggio fischiato alla Para scavano un divario netto (11-5), che il Montesport riesce solo a dimezzare grazie anche a un ace della Pistolesi, fermandosi sul 9-12.

È allora il punto della Silotto che fa ripartire San Giustino, con a ruota un primo tempo e un altro muro della Mearini sulla fast della Mazzini, bissato nell’azione successiva dalla Borelli.

La Piccini Paolo spa lavora bene in difesa e riallunga con decisione grazie alla Romani e anche alla Betti, che entra in battuta e trova l’ace del 20-11. Un minimo di flessione consente alle padrone di casa di arrivare a quota 15, prima che le varie Romani, Tosti e Silotto chiudano la pratica sul 25-17.

Tre cambi in formazione per il Montespertoli alla partenza del terzo set: Bernini in regia e poi Pierattini al centro e Bellini a lato, con Mezzedimi opposto. L’equilibro iniziale si spezza sul muro della Silotto, sul successivo ace della Mearini (complice il nastro della rete) e sull’attacco vincente in seconda battuta della Romani, seguito da altri due punti in battuta della Mearini.

Avanti 8-3, la Piccini Paolo spa gestisce il margine acquisito, pur subendo due muri, ma la difesa sta funzionando al meglio e la Tosti completa l’opera in attacco, con assieme qualche errore delle locali.

Tuttavia, quando lo scarto aumenta a +7 (15-8) la Montesport ha un piccolo sussulto, che costringe Gobbini a chiedere il time-out sul 15-11. Al rientro, si scatena la Silotto, che piazza due diagonali e un tocco di precisione, per poi aggiungere un mani fuori. Sul 21-13 la situazione è ben delineata: al 25-17 finale contribuiscono l’ultimo acuto della Romani, un errore in battuta delle locali e la fast della Mearini. Sabato 27 aprile, nell’insolito orario delle 21 (su decisione della Lega), partita del congedo casalingo contro una Roana Helvia Recina Macerata già in festa, che arriverà al PalaVolley da fresca neopromossa in A2.

Marco Gobbini ribadisce il concetto: “Nel primo set, squadra troppo contratta e incappata in diversi errori – sottolinea il tecnico della Piccini Paolo spa – poi negli altri due siamo stati sempre avanti. Sia noi che loro siamo scesi in campo per vincere la partita: d’altronde, a perdere non ci sta nessuno, nemmeno chi è già retrocesso”.

Una risposta di carattere, all’indomani delle tre sconfitte incassate. “Sì, era importante per noi tornare a muovere la classifica con un salto deciso e ci siamo riusciti. Senza stare a fare calcoli incrociati, dico che nelle ultime due gare vogliamo ottenere il massimo; sabato 27 arriverà la capolista Macerata e già questo è un motivo di forte stimolo, unito al fatto che sarà l’ultimo appuntamento casalingo, per cui vogliamo salutare il pubblico amico con un risultato di prestigio”.

MONTESPORT MONTESPERTOLI: Pistolesi 17, Bellini 1, Checchi 6, Mazzini 8, Terlizzi, Pierattini 1, Antonini 1, Anichini (L1) ricez. 46%, Bernini, Para 2, Vitrò (L2), Collini 3, Mezzedimi 8. Non entrata: Calamai. All. Pietro Giacomo Buoncristiani.

PICCINI PAOLO SPA SAN GIUSTINO: Betti 1, Borelli 4, Galetti (L) ricez. 58%, Mearini 11, Silotto 8, Tosti 16, Romani 12, Giordano 2. All. Marco Gobbini e Claudio Nardi.

Arbitri: Gabriele Pulcini di Pisa e Dalila Viterbo di Livorno.

MONTESPERTOLI: battute sbagliate 5, ace 4, muri 9, ricezione 50% (perfetta 20%), attacco 27%, errori 24.

SAN GIUSTINO: battute sbagliate 7, ace 4, muri 11, ricezione 54% (perfetta 14%), attacco 32%, errori 16.

Durata set: 31’, 22’ e 26’, per un totale di un’ora e 19’.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*